Tu sei qui

Tsimshian

TSIMSHIAN

popolo del Totem

I Tsimshian appartengono al gruppo delle tribù occidentali, risiedevano nella valle dei fiumi Nass e Skeena e i canali delle isole verso sud come Milbank Sound. Erano pescatori, vivevano in parte di pesca delle trote e dall’altra parte della pesca in alto mare, con la quale si procuravano il merluzzo ed i banchi di ippoglosso lontano dalla costa. Allo stesso tempo cacciavano la foca e il leone marino e la balena che dopo averla catturata trascinavano alla riva. La gente del villaggio che viveva lungo i fiumi ed i profondi fiordi della terra ferma sono anche essi degli abili cacciatori, i quali seguivano sulle particolari barche da montagna gli orsi e i cervi.

La dieta vegetale non era meno importante. La vasta varietà delle bacche raccolte in estate e conservate per l’inverno venivano usate per un tipo di pane. In primavera tutti i clan dei Tsimshian si radunavano sul fiume Nass per pescare e per raccogliere l’olio del pesce e conservarlo nelle scatole.

L’attività lavorativa dei Nativi si basa in grande misura sulla lavorazione del cedro rosso e giallo. Il legno del cedro rosso è facile da dividere e lavorare nell’asse, che serve per costruire le case, il quale è utilizzabile per la grande varietà dei modi di lavorazione degli scultori Nativi. La corteccia del cedro rosso viene anche usata ampiamente per fare le stuoie, le ceste e certi tipi di abiti. Le forti corde venivano fatte dagli stecchi del cedro, mentre altri tipi di corde venivano fatte con ritorto della corteccia del cedro.

Possiamo dire che il cedro e le trote erano fondamentali per le culture della Costa Nordoccidentale.

Una parte dell’anno gli Indiani vivevano nei villaggi permanenti. Questi villaggi consistevano nelle ampie case di legno costruite con assi del cedro e disposte in fila affacciate sul mare. La strada era posizionata davanti alle case e le canoe sulle piste in spiaggia davanti al villaggio. Le narrazioni tradizionali dei villaggi parlano di parecchi filari di case.

Nei vecchi tempi le case dei Tsimshian erano di misure moderate probabilmente in torno ai 9 metri quadrati.

Il posto per il fuoco era al centro della casa, giusto sotto buco per il fumo. Il posto per sedersi per il proprietario della casa era dietro al fuoco. Gli ospiti usavano sedersi dalle parti del fuoco. I letti erano situati sui soppalchi che scorrevano lungo le pareti. Gli approvvigionamenti erano tenuti in parte su questi soppalchi. Un’altra parte delle provviste veniva sistemata sui ripiani apesi sulle travi.

Costruire una casa di questo tipo richiedeva una considerevole abilità di falegname.

 

Nei tempi passati gli Indiani tagliavano gli alberi con scalpello di pietra, ascie di pietra e fuoco; ma le assi usati per costruire erano solitamente staccati dai alberi vivi tagliando le profonde tacche.